NOI CI SANREMO, ANZI CI SIANMO

(on the air: The Kills – Black Balloon)

Dai, lo scrivo un post su Sanremo?
Sì, dai.
L’ho visto con la Noe abbassando il volume e ascoltando come ogni anno la Gialappa’s Band su RadioDue. Che ormai mi fanno ridere solo in radio pure quei tre.
Mi sono risparmiato Bonolis e le sue inutili acrobazie semantiche, le sue sviolinate e Laurenti che non fa ridere manco per la minchia.
Detto ciò, non ho visto Mina. Non avevo ancora acceso. Ma tanto non era in diretta, ha mandato un filmato come al solito e come Bin Laden. Come ha detto Benigni nella sua battuta più azzeccata, quando è riuscito per un attimo a liberarsi di Berlusconi.
Quanti soldi gli abbiamo dato a Benigni per parlare di Silvio? No perché, che ne so, io non lavoro, magari posso lamentarmi più facilmente rispetto a Benigni. Però per fortuna non ha rotto i coglioni con Dante. Ha riempito gli ultimi 10 minuti della mezz’ora con una paraculata sui gay, anche perchè altrimenti aveva in frigo solo Dante o Silvio.
Ah sul palco c’erano anche Barbie e Ken. Anzi quello lì faceva più Big Jim. Trascurabili, tranne quando lei, Alessia, -avevo spento un attimo la radio- ha letto il gobbo declamando "Paolo, Alessia…" e poi quello che dovevano dire lei e Bonolis. Momenti di alta tivì.
Via, andiamo oltre.

Dice che all’inizio c’era Dolcenera. Ho ringraziato Iddio di essermela persa, magari rimedio un’altra volta, magari anche no. Non c’è niente di peggio di chi crede di saper cantare, e pure bene.

Fausto Leali! no, dai non ci credo, i figli che ti si rivoltano contro li cantava Cutugno quasi 30 anni fa, e probabilmente anche Leali 60 anni fa. Eppure non lo eliminano nemmeno col meteorite che ha fatto fuori i dinosauri.

Tricarico, l’hanno seccato come previsto. E vi dirò, non è che poi abbiano fatto così male. Nelsensochè c’è molto di peggio eh, però lui è tremendamente sopravvalutato. Però incredibilmente stona poco, lo dice pure la Gialappa’s.

Poi c’è Marco Carta, che non seguendo la De Filippi, a malapena so chi cazzo è. Dopo che sento la canzone penso che tutto sommato potevo restare nella mia ignoranza. Ma nemmeno questo hanno eliminato?

Patty Pravo, ahimè, non canterà con Pete Doherty, che peccato. Io stavo aspettando solo quel duetto con incipriata di naso a metà canzone. Canzone? Ah sì, Patty stona parecchio, ahilei.

Un pezzo sull’Italiaccia era quello che ci voleva. Qui non ci facciamo mancare niente, ce ne sono tre. Il primo è di Marco Masini. Banale come una mia lamentela nel traffico quando m’incazzo con quello col suv davanti. Parolacce comprese.

Oh pausa. Bello il palco a forma di 45 giri! Mi piace dimmolto.

Francesco Renga sa cantare, la voce ce l’ha. Però, prima di tutto ieri sera sembrava Christian dei bei tempi, secondariamente, vanno bene gli acuti e tutto quanto, ma che due palle la canzone. Ti ricordi Francesco di quando cantavi coi Timoria?

Ecco il trio Pupo, Paolo Belli, Youssou N’Dour. L’Italiaccia ce l’abbiamo, i froci li fanno più tardi, adesso è il turno dei negri e l’uguaglianza. Banaleeeee! Peraltro il cantante senegalese fa due urletti da tappetaro di Dakar e torna in albergo chiedendosi cosa ci faccia in mezzo a quei due.

Riecco la denuncia sociale e l’Italiaccia. I Gemelli DiVersi. Ma davvero? ahahahah
Però secondo me in coppia col gattino virgola funzioneranno come suoneria. Anzi, perché non duettare direttamente sul palco dell’ariston?

Al Bano è lui nel bene e nel male, più che altro nel male. Resterà, magari arriva quinto, terzo. Eppoi non ho ancora capito se qualcuno gli compra i dischi. Cioè forse in Lettonia vende ancora.

Gli Afterhours fanno un pezzo sull’Italiaccia. Ma no? Però loro sono bravi e il pezzo merita abbastanza anche se non è niente di speciale. Io che non ho simpatia per Manuel Agnelli ed è in effetti difficile averne, devo dire che danno una pista a tutti (c’è comunque da dire che poi non ci vuole granchè). Non a caso li eliminano a manetta. E non li ripescheranno. Secondo me con tutto che Agnelli dice che non gliene pò frega di meno di Sanremo, che è solo un mezzo e blablabla, considerando quanto se la tira, gli roderà non poco st’eliminazione come un Tricarico e una Zanicchi qualsiasi. Faceva più alternativo l’ultimo posto in finale.

Iva Zanicchi in versione sexy è grottesca. Però la canzone maliziosa fa un po’ tonalità Mina-seventies e proprio schifo non fa. Insomma non meritava di andare fuori. Se tocca aggrapparsi a Iva per qualcosa che faccia un po’ il botto stiamo messi male. Vero Benigni?

Nicky Nicolai e Stefano Di Battista. Lui è bravo col sax, lei che è la moglie, canta una cosa simil-Dirotta su Cuba. Testo di Jovanotti. Mi fossi fermato a lui che è bravo col sax sarebbe stato meglio, no?

Povia e il casino che s’è fatto su di lui. Canzone inutile, una storia di uno che era gay perché ci aveva i genitori stronzi e stava con un vecchio eppoi dopo finalmente è felice con una donna. Con tanto di incomprensibile cartello provocatorio (?) alla fine. Dopo Grillini si sdegna con l’orgoglio ghei-praid dei giorni migliori. Cantava Gaber: e poi ci sono i gay che han tutte le ragioni, ma io non riesco a tollerare le loro esibizioni.

Sul palco sale tal Sal Da Vinci e la dannata Gialappa’s non mi fa sentire un solo secondo della canzone, apparte notare l’evidente somiglianza con Pasquale Bruno, O’Animale. Oh intendiamoci, sentirlo sarebbe stato senza dubbio straziante. Però la sceneggiata napoletana è un classico. Un classico come Napoli è la città più bella del mondo e giù applausoni retorici a Benigni che l’ha detto, no?

Mario Lavezzi e Alexia sono una di quelle coppie che già domani non te li ricordi più. Deboluccio il pezzo, nonostante Lavezzi non sia una pippa. Poi ci duetterà Teocoli. Bo.

C’è tempo per Katy Perry che almeno sa stare sul palco. Poi si presta a una squallida pantomima con Bonolis e Laurenti. E le fanno pure mettere il costumino nerazzurro. Moratti la prenda. Bacia le ragazze, non fa gol di mano ed è meno scema di Balotelli.

Tra i 4 nuovi spicca Malika Ayane, che è brava e non da oggi, ma è vestita malissimo e canta un pezzo troppo Negramaro. Non a caso è di Giuliano Lamento Sangiorgi. Poi c’erano la figlia di Zucchero e un’altra che secondo la Gialappa pare fosse caruccia lei più che la canzone, e non le ho sentite perché stavo prendendo la macchina. E infine Perbellini, il figlio segreto e alto di Cocciante. Ma anche cheppalle.

Che fatica, ho finito.

Annunci

17 thoughts on “

  1. no! dai non ci credo!Ancora nessun commento?Vabbè Sanremo non fa presa nemmeno sui blog ormai.

    Comunque io l’ho visto.

    Che ci vuoi fare. Costretto a casa da un simpatico virus intestinale (molto più divertente di Benigni) sono stato costretto da F. a sorbirmi la nuova edizione dell’ennesimo Festivalle della canzone italiana di San Remo ecc

    Che poi alla fine almeno una puntata la vedo ogni anno, tanto perchè mi piace dire che sono del settore.

    Comunque leggo e sottoscrivo quanto scritto da te. Ma su Benigni sarei andato anche più cattivo.Tempo fa leggevo questo articolo che riguardava proprio il nuovo ambasciatore della cultura italiana nel mondo.

    15 anni fa non avrei mai detto che Benigni poteva farmi venire sonno.
    Ti ricordi i bei tempi quando in Rai avevano paura di farlo parlare?Invece pare che Berlusconi ieri sera fosse più felice degli interventi di Benigni che della bandiera bianca di Veltroni.

    A proposito a parte te sui siti dei quotidiani nessuno parla della musica e delle canzoni. Ma anche questa è tradizione.

    L’unica chanson che ho cercato in rete il giorno dopo è quella degli Afterhours , i “cavoli a merenda” della situazione. Musicalmente accattivanti.

  2. eheheh, anch’io odio l’html.
    certo sicuramente andrò a leggermi l’articolo! 🙂

    comunque come sempre, delle canzoni non se ne parla.
    Si parla solo del saltimbanco di turno, ormai stanco.
    Silvio si sarà divertito, l’unico pirla che ancora si sdegna è Gasparri.
    Benigni mi ha strappato qualche risata con due o tre battute, altrimenti ci sarei andato giù più pesante.
    E comunque, se tu avevi l’influenza intestinale, io ero reduce da un’intera giornata al centro commerciale. E stamollà.

    Sei di nuovo il primo commentatore, visto? Non è sanremo, sono i blog che non tirano più. O almeno quelli artigianali.
    Chiudo con gli afterhours che hanno fatto di meglio, ma va risentita

  3. Si l’articolo è forte, magari sparare su Fazio è troppo facile, alla fine lui fa le interviste ma non si atteggia a grande giornalista, quindi non gli viene richiesto di essere arguto o graffiante. Ma il resto è oro colato.

  4. ho appena sentito la canzone degli After. possono fare moooolto meglio, musicalmente (vocalmente Agnelli ha i suoi grossi limiti) ma il testo mi piace assai.

    (sì, gli tirerà un sacco di non arrivare superultimo in finale)

  5. Un’operazione, lasciamelo dire, un po’ rischiosa, quella del commento televisivo via post. Tenta spesso anche me, ma resisto ogni volta per evitare di fare benino quello che già altri (vedi a casa di Dave) fanno molto molto bene. Tu non hai niente da invidiare agli altri, però forse non era sbagliata l’idea della nota su fb per un tipo di contenuto che nella blogosfera si trova in abbondanza. Qui sono abituata a cercare, e trovare, merce un po’ più rara.

  6. mah, so che lo fanno in tanti, poi già che c’ero l’ho messo pure qua…è giusto per continuare una tradizione che mi sono accorto che avevo qua sopra.

    comunque ho scoperto che la canzone di dolcenera è quella copiata dalla rei

  7. Ti ho già commentato di la, ma anche se in ritardo qui non potevo mancare. E come al solito ci hai preso su Marco Carta. E sabato sera quando mi hanno detto che aveva vinto ho esclamato ATA’ HA SEMPRE RAGIONE! ti lascio immaginare le facce degli altri presenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...