STILL ALIVE

(on the air: David Bowie – Starman)

Torno a scrivere prima che qualcuno mi spacci per morto, che facciano un servizio stucchevole su Studio Aperto, una puntata lagrimosa di Chi l’ha visto e una fiction postuma e melensa su blogger-Moroboshi interpretata da Lino Toffolo al suo attesissimo ritorno in tv. Ci sono, sto bene, ma siccome spesso scriverei sconcertanti invettive, mi freno e mi dedico al cazzeggio in altri lidi. È bene precisare che in questo periodo poca gente potrebbe sopportarmi, io stesso mi sopporto a malapena. So che non concordereste con tante mie opinioni, mi trovereste cinico, cattivo e un po’ babau. Non lo dico per darmi un tono, non lo dico nemmeno per lamentarmi. So che sostanzialmente finirei per sputarvi, seppur virtualmente. Vi basti sapere che ce l’ho un po’ con tutti, senza distinzioni di razze, classi sociali, ideologie politiche, religioni, blog, lavori, gusti sessuali, gusti a tavola e gusti in genere. Che sia la disoccupazione che mi rende acido? Non credo, era così anche prima. È solo che aldilà del mio piccolo mondo mi fa schifo quasi tutto. Ritenendo di avere sacrosanta ragione, ogni volta che ci penso va peggio. E come se non bastasse, i fatti mi cosano.

Ora, mi rendo conto che questo post potrebbe essere utilizzato da Bruno Vespa come postumo segno di instabilità, indi per cui tengo a precisare che non ho nè intenzione di suicidarmi gettandomi con la mia Mini ubriaco di romanella (che trovo altresì disgustosa nell’atto del pasteggio salato) e porchetta dal ponte di Ariccia, nè di violentare la Annunziata nel parcheggio di una discoteca rumena, nè tantomeno di dare fuoco alla studentessa straniera di passaggio a casa dei vicini stronzi e cattivi.

Dopo aver catalizzato sfiga per trenta giorni, sono anche diventato superstizioso: sono convinto che qualcuno abbia cucito una bambolina con le mie sembianze, e che a capodanno abbia iniziato a usarla come puntaspilli. Dunque secondo la stampa scandalistica sarei vicino all’esoterismo, alle bestie di satana, all’etrusco assassino e agli gnocchi al gorgonzola andati a male.

Ora sapete perchè non scrivo: non voglio che si manipoli il mio pensiero, qualsiasi esso sia, ammesso che esista e non sia solo una proiezione della mente, il che comunque ammetterebbe una sorta di attività cerebrale. È complicato, lo so. Allora andate a leggervi qualcosa di più rassicurante o andate a un barcamp.

In copertina: Ippolito Caffi – Fuochi di bengala al Colosseo, 1845

Annunci

DIVENTA FAN

(on the air: The Noisettes – Don’t Upset The Rhythm)

Quella sera non avevano granchè da fare, così si misero d’accordo per una chattata collettiva. Joseph27, RobottoneNostalgico, Nordsudovestest, PasseroSolitario e Novembrina.

Joseph27: gute nacht!

RobottoneNostalgico: ciao!

Nordsudovestest: oooh ragazzi!

PasseroSolitario: …

Novembrina: ciaoh!

Joseph27: zapete? io stava notando una cosa..su Facebook…

Norsudovestest: ancora sto Facebook? ma sei fissato eh!

Novembrina: dai, fallo parlareh, interessa anche a meah

Joseph27: inzomma, su Facebook ho pochi fanz. Qvesto non va azzolutamente ppene. 24561, facendo somma di tre voci tiferse

RobottoneNostalgico: cacchio! io ne ho molti di più, ben 37409! e mi chiamano in tanti modi diversi! sembra incredibile, ma del resto tu mica hai salvato la terra come me…

Joseph27: io zalva terra tutti cciorni!

Nordsudovestest: sì, ecco lo sborone, ma falla finita, va! :)))

PasseroSolitario: …

Novembrina: tra di voi io sono terzah a 17059 fans, un bel risultatoh! del restoh l’ultima volta da secondah ho avutoah più successoah dei primih!

Nordsudovestest: io ne faccio quasi 5000, sono ultimo tra voi, però per uno che è sparito da 15 anni non è male!

Joseph27: pppasta! io foGLio più fanz, io non zopporta che Maradona ne ha quasi 500mila! Chi è Maradona ti mio confronto?

Passero Solitario: …eeh

RobottoneNostalgico: s’è espresso!

Novembrina: ragazzih ma una cenah quandoh la facciamoh?

Joseph27: fiene tutti in mia cantina tirolese mit wurstel?

Nordsudovestest: massì una birretta e quattro salti in allegria! con un deca non si può andar via!

Passero Solitario: mmm

Nordsudovestest: non dovevo dire allegria?

RobottoneNostalgico: secondo me si ricorda di come ballavi! 😀

Nordsudovestest: stronzi! 😛

Joseph27: come oza tu?

Passero Solitario: alfine io me ne vado. Devo trovare Silvia su Facebook.

Novembrina: sì, buonanoettah! ma fatti un giro con meah, affascinanteah fanciulla mediterraneah! per una volta gradisci il lietoh fineah! ciaooooh!

RobottoneNostalgico: non fatemi nemmeno sentire certe cose! volo via dentro un razzo missile!

Joseph27: arrifederci! paceeppene!

Nordsudovestest: cià!

Joseph27 spense la lucina nella sua stanza in Vaticano, continuando a rosicare e a chiedersi perché Goldrake/UfoRobot/Grendizer/Actarus-RobottoneNostalgico da Tokyo ha più fans del papa. Intanto Giusy Ferreri-Novembrina, poteva raccontare di averci provato con PasseroSolitario-Giacomo Leopardi, seppur solo in chat. Chi invece da Disneyland-Parigi ci si fece su una bella risata fu Mauro Repetto, ex-biondino degli 883. Nessuno di loro aveva ancora fatto i conti con il Cookie Monster di Sesame Street, ben 80mila fans da sciorinare in bella vista.

L’ANNO NUOVO È QUIII!

(on the air: Tom Jones – If He Should Ever Leave You)

Se il buongiorno si vede dal mattino, potremmo già definire il 2009 un anno di merda. La macchina di mia madre da buttare, piove in casa, la Noe ha una tosse che se la porta via, mia madre stessa ha un ascesso a un dente, io la febbre a 38. E siamo al sette gennaio. Il bello è che gli avete anche fatto le feste con tanto di botti al  2009. Benvenuto! Ma quale benvenuto. Mi sono rotto i coglioni anche di festeggiare questi sciocchi limiti temporali, e l’avevo già detto. Certo devo ritenermi fortunato. Visto che sono disoccupato, nessuno malignerà se sto a casa malato fino a venerdì e faccio una specie di ponte lungo. Visto? Basta rigirare la frittata e trovi cose talmente pregne da riconciliarti con il mondo nella sua totale, globale interezza.

Eppoi dài, in questi giorni ho fatto il turista a Roma, ho rivisto Villa D’Este a Tivoli (la prima volta di giorno), ho visitato per la prima volta la Galleria Borghese, ho visto Natale a Rio e Madagascar 2  e ovviamente li ho giudicati meglio del Cosmo sul comò, che non mi ricordavo un film così brutto dai tempi de L’allenatore nel pallone 2.

Ho preso la pioggia che non smetteva mai, ho sgomitato in mezzo alla gente rincoglionita che quando ha l’ombrello in mano è peggio del paraocchi e fila dritto come i cavalli, ho faticato per trovare un ristorante aperto di sabato post-capodanno a pranzo, ho sentito le canzoni di Giusy  Ferreri in ogni negozio in cui sono entrato, ho discusso, ho tossito e alla fine, come nei migliori cartoni animati giapponesi pallosi, mi sono ammalato. Mi mancano i saldi ancora. Mi manca la cena dell’anniversario, ma tra cinque giorni se tutti e due siamo in salute (e permettetemi di avere qualche dubbio) si fa. E mi manca di fare un colloquio di lavoro con qualche stronzo (il top sono quelli che già conosci) per poi non essere richiamato, mi manca un viaggio, mi manca il corso di fotografia che però inizierò a breve, eppoi potrò dire che il 2009 per me è già finito. Inoltre vale la pena di ricordare la mia definizione di gennaio, che è notoriamente un mese di 31 lunedì.

Detto questo, più vado avanti e più non sopporto le differenze sostanziali tra me e molta, moltissima gente. Ogni tanto ci provo a venirgli incontro, ma alla fine non ci riesco eppoi mi dico: ma perché cazzo devo provarci sempre io? che ci provino loro! E le distanze restano incolmabili.